cookiesE' entrata in vigore (dal 2 giugno 2015) la legge italiana sui cookie che recepisce la direttiva del Parlamento europeo, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

LogoBlu

Traducteur-Translator



DEPLIANT del MASTER e DIPLOMA in PASTORALE FAMILIARE – edizione 2019

Il Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II, in collaborazione con il Progetto Mistero Grande, offre due percorsi formativi interdisciplinari (Master e Diploma) sui temi del matrimonio e della famiglia. Lo scopo è di sostenere quanti operano a diverso titolo nella pastorale familiare (Uffici diocesani, comunità parrocchiali, associazioni, aggregazioni, movimenti ecclesiali) affinché possano testimoniare ed annunciare nelle comunità il “Vangelo del matrimonio e della famiglia”, accompagnando e sostenendo con “sapienza pastorale” le famiglie nella loro crescita umana e spirituale e nel loro compito di evangelizzazione a servizio della Chiesa e della società.

La finalità dei due percorsi è quindi preparare al servizio delle Chiese locali:

   * Formatori e collaboratori nel campo della pastorale familiare;
   * Coppie di sposi e sacerdoti che sappiano progettare e promuovere una pastorale “nuova” nelle comunità parrocchiali con e senza sacerdote residente, in comunione con il parroco;
   * Sposi, preti, consacrati e laici esperti in tematiche riguardanti la visione integrale della persona umana, il disegno di Dio sull’amore umano e della vita nascente;
   * Animatori culturali che valorizzino l’apporto delle scienze umane e della teologia nell’ambito della famiglia;

I due percorsi vogliono quindi comprendere e promuovere la famiglia come “soggetto pastorale”, capace di edificare la Chiesa, di “costruire” pastorale, di offrire percorsi formativi a fidanzati e coppie di sposi, di accompagnare e lenire le ferite, di educare alla fede le nuove generazioni. Alla base sta l’approfondimento della dimensione sacramentale dell’appartenenza alla Chiesa e del servizio alla comunità, nella riscoperta della comune vocazione battesimale e nella promozione della comunione tra gli stati di vita della Chiesa.

    “La carità della Chiesa ci impegna pertanto a sviluppare – sul piano dottrinale e pastorale – la nostra capacità di leggere e interpretare, per il nostro tempo, la verità e la bellezza del disegno creatore di Dio. L’irradiazione di questo progetto divino, nella complessità della condizione odierna, chiede una speciale intelligenza d’amore. E anche una forte dedizione evangelica, animata da grande compassione e misericordia per la vulnerabilità e la fallibilità dell’amore fra gli esseri umani.

    E’ necessario applicarsi con maggiore entusiasmo al riscatto – direi quasi alla riabilitazione – di questa straordinaria “invenzione” della creazione divina. Questo riscatto va preso sul serio, sia nel senso dottrinale che nel senso pratico, pastorale e testimoniale. Le dinamiche del rapporto fra Dio, l’uomo e la donna, e i loro figli, sono la chiave d’oro per capire il mondo e la storia, con tutto quello che contengono. E infine, per capire qualcosa di profondo che si trova nell’amore di Dio stesso. Riusciamo a pensare così “in grande”? Siamo convinti della potenza di vita che questo progetto di Dio porta nell’amore del mondo? Sappiamo strappare le nuove generazioni alla rassegnazione e riconquistarle all’audacia di questo progetto?”

    Papa FRANCESCO, Discorso alla comunità accademica dell’Istituto Giovanni Paolo II, 27 ottobre 2016

MASTER e DIPLOMA

Entrambi i percorsi hanno una durata triennale, con piano di studio ciclico. Nelle due settimane estive previste ogni anno i due percorsi condivideranno le stesse lezioni e i laboratori pastorali.
Le settimane estive del 2019 avranno luogo a Villa Belvedere - 11025 Gressoney-Saint-Jean (AO), dalla cena del 15 luglio al pranzo del 28 luglio 2019.

Oltre alla frequenza alle lezioni estive, il MASTER prevede annualmente una settimana intensiva di lezioni e laboratori pastorali nel mese di marzo. Il programma prevede inoltre lavoro on-line ed esami per ciascuna delle materie, la partecipazione ad uno stage di carattere pastorale nonché l’elaborazione e la difesa di una tesina finale. Requisito per l’ammissione al Master è di essere in possesso di un titolo rilasciato da Istituti universitari, almeno triennale. Al termine dell’intero percorso formativo (120 ECTS), l’Istituto Giovanni Paolo II rilascerà il titolo di “Master in Scienze del Matrimonio e della Famiglia – specialità Pastorale familiare”.

Possono ottenere il DIPLOMA in Pastorale Familiare tutti coloro in possesso di un titolo di studio di scuola media superiore quinquennale. L’ottenimento del Diploma è condizionato alla presentazione di un elaborato scritto e al superamento dell’esame finale.

In assenza del relativo titolo di studio necessario, si potrà partecipare ai percorsi come uditori, ricevendo al termine un attestato di frequenza (necessario almeno l’80% delle presenze alla lezioni).

CORSI (la scansione dei corsi all’interno dei tre cicli annuali verrà comunicata successivamente)

AREA BIBLICO – ANTROPOLOGICA

    Uomo e donna li creò: immagine di Dio e comunione
    La simbolica nuziale: Cristo, la Chiesa, l’eschaton
    La communio personarum e la missione ecclesiale
    Elementi di antropologia: carne, spirito, persona e relazione
    L’amore umano nel mistero del Figlio fatto uomo
    L’uomo alla luce dei suoi rapporti familiari
    La teologia del corpo di Giovanni Paolo II

AREA TEOLOGICO – SACRAMENTALE

    La grazia del sacramento e l’alleanza coniugale
    Mistagogia nuziale del rito latino del matrimonio e dei riti orientali
    Il magistero del matrimonio e della famiglia da Giovanni Paolo II a Francesco
    Gli stati di vita nella Chiesa comunione
    Il matrimonio nel diritto canonico

AREA MORALE

    L’ordine cristiano degli affetti
    La pienezza dell’agire morale
    Carità coniugale e educazione del desiderio
    Dottrina sociale della Chiesa: la famiglia nella costruzione della città dell’uomo
    La bioetica e gli sviluppi della biotecnologia

AREA PASTORALE

    Pastorale matrimoniale e familiare
    Preparazione al matrimonio e accompagnamento dei primi anni di matrimonio
    La spiritualità coniugale familiare e l’edificazione della comunità
    Laboratori pastorali (a cura del Progetto Mistero Grande)

AREA DELLE SCIENZE UMANE

    Educazione all’amore
    Fecondità umana e procreazione responsabile
    Storia della famiglia: aspetti sociali, politici, economici
    Psicologia dei legami familiari e rete relazionale
    Sessuologia
    Consulenza genitoriale e familiare (Family help)
    Politiche familiari e libertà religiosa
    Diritto di famiglia e legislazione civile

LABORATORI PASTORALI

I laboratori consistono nella fondazione teologica e la presentazione di iniziative per esprimere il dono della Chiesa domestica nell’edificazione ecclesiale, nell’accoglienza verso le situazioni di  fragilità e le famiglie ferite, nell’evangelizzazione verso i lontani o non credenti.

Laboratori comuni a Master e Diploma

    La casa degli sposi cristiani, luogo di evangelizzazione e pastorale per la parrocchia
    Coppie di  sposi  animatrici  di  vita  parrocchiale:  l’identità comunionale della coppia a servizio della parrocchia, in profonda comunione con il parroco non residente
    Presentazione di alcuni percorsi per la preparazione dei fidanzati alla missione di sposi
    Presentazione di alcuni percorsi per giovani coppie, per crescere nell’amore  e  nella  fecondità  spirituale  ed  essere  dono  nella comunità
    Formazione permanente degli sposi nelle case e in parrocchia
    Presentazione storica  e  pastorale  dei  movimenti  e  delle associazioni che operano con gli sposi e la famiglia. Dal carisma all’edificazione ecclesiale

Laboratori specifici al Master

    Il dono  e  il  compito  della  Chiesa  domestica  nell’educazione  e formazione alla fede e all’affettività
    Psicopatologia della sessualità: le ferite e le dinamiche involutive nelle relazioni familiari
    La famiglia e le famiglie in difficoltà, le famiglie ferite, le coppie in nuova unione: farsi accanto, sostenere, integrare coinvolgere, perché siano “risorsa” per la parrocchia


Informazioni sui COSTI e sull'ISCRIZIONE

ISCRIZIONI aperte fino al 31 maggio 2019

Per ulteriori INFORMAZIONI:

Dott.ssa Marinella FEDERICI
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel: +39 06 698 95 698
Fax: +39 06 698 86 103

Il metodo CPM
1. Vedere
sforzarsi di prendere coscienza e di capire le proprie situazioni e atteggiamenti di vita, la qualità della relazione di coppia, i comportamenti della comunità ecclesiale e sociale e le maggiori problematiche odierne.
2. Giudicare
approfondire, conoscere e lasciarsi interpellare dalla Parola di Dio, ricordando che la Parola è Persona e Gesù stesso è Parola incarnata; confrontarsi dunque con Gesù vero interlocutore per poter entrare in intimità e vero dialogo con il coniuge e con gli altri, oltre che per leggere la nostra vita e le varie problematiche in esame con una visione di fede.
3. Agire
cercare di tradurre, con l'aiuto dello Spirito Santo, nella propria vita le acquisizioni maturate, contando anche sulla solidarietà delle altre coppie e del Consigliere spirituale.

L'accoglienza come stile di vita.

I sette punti di PAUL DERKINDEREN. L'Autore, sacerdote, teologo, psicologo, ha rappresentato per molti anni il Belgio in seno al bureau della Federazione Internazionale dei CPM;ne è stato l'Assistente.

Un cammino insieme verso il matrimonio


Il teologo Antonio Autiero all’incontro della Consulta Nazionale di pastorale familiare.

Il 23 settembre scorso il direttore dell'ufficio Nazionale, don Paolo Gentili,  ha convocato i responsabili nazionali dei movimenti e associazioni che in Italia si occupano di famiglia, con i membri della Consulta Nazionale per un incontro di approfondimento e verifica. La relazione principale è stata affidata al prof. Antonio Autiero, docente emerito di Teologia morale presso la Facoltà Teologica di Muenster (Germania) sul tema:weblink Amoris Laetitia: un punto di svolta per la teologia morale”.


"Per quanto riguarda i corsi o gli itinerari di preparazione al matrimonio, essi rientrino nel progetto educativo di ogni Chiesa particolare ed assumano sempre più la caratteristica di itinerari educativi. A tale scopo ci si preoccupi perché possibilmente ogni comunità parrocchiale sia in grado di offrire questi itinerari di fede innanzi tutto ai propri fidanzati.


Fidanzamento: tempo di crescita, di responsabilità e di grazia

 

La Parola e uno stile di vita

Corso di Formazione Permanente in Pastorale Familiare per Sacerdoti (9 ottobre - 29 novembre 2018)

Credo di Don MIchele Do

Credo in un solo Dio che é Padre, fonte sorgiva di ogni vita, di ogni bellezza, di ogni bontà. Da lui vengono e a lui ascendono tutte le cose. Credo in Gesù Cristo, figlio di Dio e figlio dell'uomo. Immagine visibile e trasparente dell'invisibile volto di Dio; immagine alta e pura del volto dell'uomo, così come lo ha sognato il cuore di Dio. Credo nello Spirito santo che vive e opera nelle profondità del nostro cuore per trasformarci tutti a immagine di Cristo. Credo che da questa fede fluiscono le realtà più essenziali e irrinunciabili della nostra vita: la Comunione dei santi e delle cose sante, che é la vera Chiesa; la buona novella del perdono die peccati, la fede nella Resurrezione che ci dona la speranza che nulla va perduto della nostra vita, nessun frammento di bontà e di bellezza, nessun sacrificio per quanto nascosto e ignorato nessuna lacrima e nessuna amicizia. Amen.