LogoBlu

IN QUESTO NUMERO 

 

pdf buttonCredo nel Dio di Gesù?              Cop 2 2020p             


Editoriale di Luigi Ghia              

         Quando parliamo di Dio, siamo sicuri di non riferirci a un dio sbagliato? Da questa domanda parte la riflessione dell’editoriale. Il Dio di Gesù ha come riferimento il Cristo in croce, quel Cristo di cui molti hanno ancora paura, tanto da rimuoverne i simboli. Ma quell’uomo che penzola dalla croce, figura inquietante e al contempo densa di speranza, è il Dio che muore ogni giorno con noi. Un Dio “più grande”.

 

La giustizia della carità. L’ingiustizia nella relazione con il prossimo


A cura del Consigliere spirituale del CPM, diacono Gianfranco Girola

            Dopo la rottura della relazione tra l’essere umano e Dio, interviene – nel racconto della Genesi – la rottura dei legami di fraternità. Un’analisi accurata della relazione tra Caino e Abele, due fratelli.

                                                                                                    

Credo in Gesù risorto da morte                          


di Angela Dessimone

         Credere nella risurrezione è illusorio? Non è illusorio perché la risurrezione di Gesù è manifestazione di quanto accadrà a ognuno di noi dopo essere stati deposti nel sepolcro, quando incontreremo il Maestro faccia a faccia. Una rivelazione data per prime alle donne, apostole di Gesù.

                                                                                        

Essere padri e madri, oggi                        


di Paola e Matteo Vignato          

          Abbiamo chiesto ad una coppia di amici, dell’Associazione Giovanni XXIII e scout, di raccontarci la loro esperienza – che può apparire eccezionale – di maternità e paternità. Da questa testimonianza emergono criteri importanti di comportamenti pedagogici virtuosi: una «pedagogia della realtà» che fonda le sue radici nella condivisione con persone piccole e indifese, che si affidano a noi adulti, e nei cui confronti non deve mai venir meno la disponibilità a farsi carico delle loro necessità.

                                                                        

pdf buttonFemminicidio e violenza di genere


di Elena Mattevi e Walter Nardon

          Un’avvocato penalista docente universitaria e il marito, docente di filosofia e scrittore, fanno il punto sul «femminicidio», termine nato nei primi anni novanta del Novecento in contesto messicano – quando alcune lavoratrici delle maquilladoras venivano violentate ed uccise nel disinteresse generale – per diffondersi poi globalmente con una peculiare estensione di significato, ma rimanendo praticamente estraneo al contesto giuridico che parla invece di «violenza di genere». Il «Codice rosso» in Italia.

 

La fede di Gesù. La fiducia e l’esperienza dell’abbandono


di Francesco Ghia      

            Ogni vangelo narra di Gesù una storia teologica che si intreccia inseparabilmente con il destino storico dell’Uomo di Nazareth: un uomo di fede, con la sua angoscia e le sue paure, ma con la fiducia nei confronti del Padre e la capacità di abbandonarsi a Lui. In Gesù possiamo dunque riconoscerci.

 

Credo perché prego              


di Milena Mariani        

           A un interlocutore che gli chiedeva di giustificare la sua fede, il teologo Karl Rahner rispose «Credo perché prego», dando così ragione della sua teologia, capace di prendere posizioni ardite proprio perché sospinta dalla preghiera. Una preghiera che anche noi dobbiamo «osare» per rendere solida la nostra fede.

 

Avere coraggio                             


di Silvana e Luca Molinero

            «Il coraggio, uno non se lo può dare», esclama don Abbondio a colloquio con il cardinal Federigo, nel capitolo XXV del capolavoro manzoniano «I promessi sposi». Eppure, si può aver coraggio anche quando si ha paura, perché è la pusillanimità, non la paura, l’opposto del coraggio, virtù nella quale stanno la forza, la perseveranza, la consapevolezza del rischio, la fatica e, talvolta, anche il pianto.

                                                                                    

pdf buttonFidarsi e affidarsi                


di Giuliana e Giacomo Mussino

            Sono tempi duri per la fiducia… Nelle nostre relazioni, anche in quelle quotidiane e feriali, vuoi con la pubblica amministrazione o con le banche o nei rapporti commerciali, abbiamo costantemente paura di essere imbrogliati o raggirati. Ma quanto invece è necessaria la fiducia nelle nostre relazioni interpersonali! Fondamentale, poi, è nella relazione di coppia, in cui solo con la fiducia possiamo mettere in atto l’affidamento reciproco.

 

Generare alla vita di fede                  


di Antonia Fantini    

            La nostra redattrice affronta in questo articolo il tema del battesimo dei figli. Per molti genitori il battesimo dei propri figli rappresenta spesso un rito tradizionale senza significato. Compito della comunità cristiana è di impegnarsi affinché, al contrario, esso diventi per i genitori una preziosa occasione per scoprire e approfondire il messaggio cristiano.

 

Il Risorto nell’arte                      


di Laura Mazzoli      

            Quando i nostri lettori riceveranno questo numero di Famiglia domani, sarà già trascorso più di un mese dalla celebrazione della Pasqua. Ma nell’arte questo evento, interpretato e vissuto da molti artisti, continua a ricordarci la centralità.

   


pdf Sposi in Cristo e nella Chiesa (8.63 MB)