cookiesE' entrata in vigore (dal 2 giugno 2015) la legge italiana sui cookie che recepisce la direttiva del Parlamento europeo, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

LogoBlu

Traducteur-Translator

Il tempo dell’adolescenza comporta profonde trasformazioni del corpo, che è sessuato fin dalla nascita. Preadolescenti e adolescenti sentono parlare la lingua diretta del corpo che cambia; nello stesso tempo il loro mondo interiore si costituisce e si affina, con tempi diversi fra maschi e femmine, dettando imperiosamente emozioni e sentimenti. Di questa esperienza travolgente spesso si parla solo con i coetanei, e mediante le categorie offerte dai media e dagli immensi e incontrollati spazi del virtuale. Attorno agli adolescenti molti messaggi della società e comportamenti diffusi nel mondo degli adulti tratteggiano uno scenario dove il fascino dell’amore vero appare offuscato. È così che i giovani corrono il rischio di idealizzare la realtà dell’affettività e della relazione con l’altro, di assolutizzare questa esperienza ancora non pienamente matura, e di ridurre alla sola dimensione emotiva la relazione di coppia. Per questo essi devono essere aiutati a comprendere il giusto valore dell’esperienza in cui muovono i primi passi: imparare ad amare è un’arte che richiede pazienza e sacrificio, e che ha bisogno di guide sapienti.


Nell’intento di non lasciare i ragazzi in balia di fonti ambigue, occorre pazienza per accogliere la loro vivace curiosità di sapere. Genitori ed educatori sono chiamati a fare rete, proponendo un’educazione alla corporeità e alla sessualità che sia franca, diretta e integrale, evitando rischiose forme di delega. Occorre infatti presentare la persona umana e il suo sviluppo sessuale e affettivo nella sua globalità, senza cadere in forme riduttive. Sottoposti al bombardamento mediatico di stimoli emotivi contraddittori, i ragazzi talvolta stentano a collegare vissuti e sentimenti; è proprio in questa fase che diviene determinante il ruolo dei genitori, coadiuvati da altre figure educative, per aiutarli a non vivere la loro relazione in modo superficiale e istintivo. Incontrarsi e dialogare con questo universo richiede che non si svicoli rispetto al punto di partenza: il corpo che cambia e al contempo un’interiorità che percepisce la bellezza e la grandezza
dell’amore a due.