cookiesE' entrata in vigore (dal 2 giugno 2015) la legge italiana sui cookie che recepisce la direttiva del Parlamento europeo, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

LogoBlu

Traducteur-Translator

Viene rivelato agli “amici” di Gesù il mistero della vita intima di Dio, sino ad allora sconosciuta: In Dio ci sono tre persone (il Padre, il Figlio e la Spirito Santo ) che si scambiano reciprocamente, all’infinito, doni infiniti, e vivono in una unione piena che li rende infinitamente felici.

La testimonianza di Giovanni è chiara e netta nel definire il significato più profondo di questo essere uno in tre, individuando l’intima essenza della vita divina: ”Chiunque ama è generato da Dio e conosce Dio, chi non ama non ha conosciuto Dio perché Dio è amore ... Dio è amore: chi sta nell’amore dimora in Dio e Dio dimora in lui” (1Gv 4,7s).

E’ la più alta definizione di Dio che la storia ci riporta.

Questo fatto, straordinario, non riguarda solo le tre Persone, ma ci tocca da vicino, perché definisce una realtà di cui noi siamo parte: “Quale grande amore ci dato il Padre per essere chiamati figli di Dio; e lo siamo realmente! ... noi fin d’ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Sappiamo però che quando egli si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è” (1 Gv 3,1s).

Testo completo