cookiesE' entrata in vigore (dal 2 giugno 2015) la legge italiana sui cookie che recepisce la direttiva del Parlamento europeo, relativa al trattamento dei dati personali e alla tutela della vita privata nel settore delle comunicazioni elettroniche.
Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

I contenuti

Famiglia aperta al mondo

Oltre l'isolamento

Oggi viviamo tempi difficili. là sotto gli occhi di tutti. Tempi difficili per la Chiesa e per la società. Lo spirito di divisione, i frazionismi a tutti i livelli, gli egoismi, la rimozione del concetto e della prassi di "bene comune" feriscono continuamente lo spirito di unità, di solidarietà, di partecipazione.

Leggi tutto: Famiglia aperta al mondo

L'accoglienza

VEDERE
Entrare in una storia d'amore

Facciamo ora riferimento ai fidanzati che sono invitati a frequentare una serie di incontri di preparazione al matrimonio, e cerchiamo di metterci, per quanto ci è possibile, dal loro punto di vista.

Perché dobbiamo "accoglierli"?

Esaminiamo due situazioni caratteristiche dei fidanzati che incontriamo. Lasciamo a coloro che ci leggono il compito di arricchire l'elenco.

Leggi tutto: L'accoglienza

Il dialogo

VEDERE
Dialogo con me stesso

Entrare in dialogo con me stesso significa prima di tutto esaminare la mia situazione presente e rilevarne i lati positivi e quelli negativi, alla luce della "mia storia" e del senso che do alla mia vita.

Sono capace di riconoscere con onestà le mie intime contraddizioni? i miei limiti? le mie insicurezze? le false autogiustificazioni? Sono disposto a mettere in dubbio le mie certezze, a modificare la scala di valori della mia vita?

Sono pronto a mettermi in crisi, anche quando ciò comporta amarezza, fatica, rischio?

Leggi tutto: Il dialogo

La conoscenza

VEDERE
Le difficoltà del conoscersi

Conoscersi non è facile. Comporta sempre dei rischi, delle difficoltà. Vediamone insieme alcune.

Apply Una prima difficoltà consiste nel conoscere lui o lei come "altro", come persona diversa da me

Certo, se l'altra persona mi fosse perfettamente uguale, identica, non esiterei, non avrei difficoltà a conoscerla... Ma che dialogo ci può essere tra due persone uguali, non differenziate? Solo con chi è "altro da me" posso instaurare un rapporto di comunicazione autentico, non narcisistico...

E' anche vero che questa alterità-diversità non è così totale da allontanarmi dall'altra persona: la sento anche simile (mi somiglia ... ), ma non è "la mia copia". Non soffoca la mia personalità, ma può arricchirla.

Leggi tutto: La conoscenza

Il progetto di coppia nel piano di Dio

Progetto di coppia e piano di Dio

Sia negli incontri di revisione di vita delle coppie di sposi, sia negli incontri di preparazione al matrimonio con i fidanzati è di importanza fondamentale interrogarsi, riflettere, prendere coscienza della esistenza o meno di un progetto di coppia.

Accogliersi, dialogare, conoscersi, amarsi (vedere i capitoli precedenti) acquistano senso e significato se, scoperti i valori e i limiti di ciascun membro della coppia, si concorda un patto, una alleanza per un realistico progetto di vita coniugale.

Quale meta, quale obiettivo si vuole raggiungere? Ci si propone di dare un senso globale e finale al matrimonio?

Leggi tutto: Il progetto di coppia nel piano di Dio

Cristo fondamento della nostra fede

VEDERE

Nella cultura di oggi una crisi di senso...

Come abbiamo già accennato, nel metodo e nella pratica C.P.M. l'incontro specialissimo con la persona di Gesù di Nazareth deve essere collocato nella posizione centrale, qualunque sia la durata degli incontri.
Sia nelle famiglie che nella società il dialogo che coinvolge nel profondo ogni membro è difficile, e perciò spesso inesistente. 1 temi inerenti la fede, la religiosità, la morale sono evitati con varie motivazioni (perché mitici, alienanti, non interessanti, difficili ... ). In realtà, ogni tipo di riflessione, ogni opinione diversa, ogni ascolto autentico che si impegni a comprendere le ragioni dell'altro, in breve: tutto quanto può mettere in crisi . , viene evitato.

Nel vissuto della cultura di oggi, in Occidente, l'uomo deve essere sicuro di se stesso, libero da emozioni e dubbi, deve ostentare felicità e gioia, salute e denaro, forza e potenza.

Come potrebbe l'uomo che si è deificato contro Dio riconoscersi con i guoi limiti creaturali, con i suoi dolori, le sue ferite, le sue morti?

Egli deve sempre essere "vestito" ed "abbottonato". Non gli è possibile aprire la più piccola maglia della sua corazza di sicurezza.

Leggi tutto: Cristo fondamento della nostra fede

La preghiera

VEDERE

Gli ostacoli ...

La preghiera è un dialogo con Dio Padre, in comunione con Gesù ispirati dallo Spirito Santo.

E' una risposta all'iniziativa di Dio che si rivela, parla; è un abbandono fiducioso in Lui, all'ascolto.

La preghiera è un dono che Dio ci dà: il dono di aprirci a Lui.

E' Lui stesso che si fa voce in noi. San Paolo dice che nello Spirito noi siamo capaci di gridare "Abbà, Padre! " (Gal 4,26). "Abbà" significa "Papà", e indica il rapporto profondo con Dio: è lo Spirito Santo che ci mette sulla bocca le parole giuste con cui pregare.

Quali possono essere gli ostacoli e le difficoltà che si incontrano nella pratica della preghiera, sia personale, sia di coppia, sia di Chiesa?

Leggi tutto: La preghiera

La Chiesa

VEDERE

La società della fretta ...

Guardiamoci attorno. Viviamo in una società disgregata, composta da persone atomizzate in una miriade di attività, una società nella quale non si ha più tempo.

Non si ha tempo di fermarsi, di comporre le esigenze e le domande che nascono dal profondo con le proposte, le idee, gli stimoli che provengono dall'esterno.

Non si ha tempo di cucinare, di organizzare un viaggio, un'attività sportiva, un incontro interessante. Grandi agenzie si sono organizzate per fornire (speculando) attività e per "vendere tempo". Tutto è preconfezionato, precotto, sponsorizzato, smerciato in eleganti ed accattivanti confezioni: gli alimenti, i viaggi, i campioni sportivi, i cantanti, i pellegrinaggi, i vestiti, gli incontri culturali, le idee...

Leggi tutto: La Chiesa

I Sacramenti

VEDERE

I sacramenti, incontri con Gesù

Da Gesù Cristo, sacramento del Padre, dalla Chiesa, sacramento del Figlio, assumono significato i sacramenti, intesi non come cosa - santa, sacra - da dare, ma come celebrazione liturgica nella quale riconosciamo, facciamo memoria, ringraziamo, lodiamo, viviamo l'azione salvifica di Dio, i misteri di salvezza operati da Cristo per opera dello Spirito Santo. Essi ci liberano dal peccato, ci sostengono nelle difficoltà, ci consentono di dare lode a Dio; li celebriamo nella comunità per viverli e testimoniarli nella vita per prolungarli nella quotidianità.

Leggi tutto: I Sacramenti

Il Sacramento del Matrimonio

VEDERE
Una realtà in cambiamento

Nell'incontrare i fidanzati bisogna tenere presente che la realtà matrimoniale è qualcosa che essi non vivono ancora e, dunque, qualcosa di sconosciuto; saranno loro che, se giustamente indirizzati, potranno scoprire il mistero di questo sacramento per viverlo in modo positivo.

Occorre anche tenere presente che noi oggi viviamo in una realtà in cambiamento come, qui di seguito, tentiamo di sintetizzare.

Leggi tutto: Il Sacramento del Matrimonio

L'armonia coniugale

VEDERE
Che cosa pensano i giovani della sessualità?

Apply Molti pensano che il rapporto fisico sia un episodio chiuso in se stesso, un momento intenso nel quale ciascuno cerca di trarre egoisticamente il massimo piacere (nei casi migliori di darlo anche all'altro), senza che tutto questo sia inserito in un discorso più ampio di conoscenza, di dialogo, di dono reciproco, in un progetto comune, nella continuità, come risposta ad un disegno più grande.

Leggi tutto: L'armonia coniugale

La procreazione responsabile

Difficoltà e pregiudizi

Sempre, ma in modo particolare per l'incontro su questo tema, è necessario tenere presente il grado di formazione umana e cristiana dei fidanzati presenti. Si va da soggetti e coppie già profondamente formati in gruppi ecclesiali (A.C., Scout, Associazioni, Movimenti, ecc ... ) a fidanzati che, dall'età della prima adolescenza, non praticano più la vita di fede.

Leggi tutto: La procreazione responsabile

L'educazione dei figli

Abbiamo smarrito il senso educativo?

E' possibile. A tale situazione contribuiscono diversi fattori. Accenniamo a quelli più evidenti.

Apply L'impegno lavorativo di entrambi i genitori, l'orario di lavoro, il doppio lavoro lasciano poco spazio per la vita di famiglia. Le case diventano "case-dormitorio".

Apply Lo stress provocato dall'ambiente di lavoro si riversa sulla famiglia che diventa luogo di scarico delle tensioni.

Apply Il bisogno di evasione dall'ambiente ripetitivo e monotono della vita quotidiana e feriale.

Apply Il bisogno di confondersi in mezzo a folle anonime e rumorose, nell'illusione di uscire dalla propria solitudine.

Apply Il bisogno di "avere" e avere sempre più per sentirsi "in", di "fare" per sentirsi partecipi alla pari delle immagini e dei modelli che vengono proposti dai mezzi di comunicazione.

Apply La società, la scuola (dal nido all'Università), le associazioni sportive, culturali, parrocchiali, scoutistiche, i media, la TV diventano i principali agenti educativi. E' ammissibile la delega? Attenti alle deleghe!

Leggi tutto: L'educazione dei figli

La fecondità della coppia come apertura al mondo

Un messaggio secondario?

Dobbiamo ammettere che spesso negli incontri con i fidanzati e i giovani sposi il valore sociale del matrimonio viene poco evangelizzato. Gli operatori, preoccupati di far passare altri messaggi più inerenti al rapporto di coppia, lo ritengono forse un messaggio di secondaria importanza e, quando lo annunciano, esso risulta privo di carica emotiva e viene trattato con scarso impegno.

Leggi tutto: La fecondità della coppia come apertura al mondo

Traducteur-Translator